Progetto ARCA - A.S.P. ITIS

Se vi è una linea di continuità nella lunga storia dell'Azienda pubblica di Servizi alla Persona ITIS di Trieste, e ripresa in particolare negli anni recenti che ne hanno visto una profonda trasformazione funzionale, è quella data dalla capacità di essere una presenza viva nel contesto della città, anche grazie all’apporto delle arti. Nel tempo si è venuta infatti costituendo un importante collezione permanente, il cui nucleo storico si è ulteriormente arricchito grazie a donazioni e lasciti recenti. AR.C.A vuol riprendere queste fila organizzando esposizioni, personali che collettive, in grado di favorire il contatto e la conoscenza della ricerca artistica più attuale.

Nella denominazione del progetto i termini arte contemporanea e comunità, una comunità intesa in modo attivo, partecipe, sono relativamente semplici da riconoscere. Ma l’acronimo richiama, volutamente, anche il valore metaforico della parola arca, e la sua immediatezza comunicativa, rispetto alla particolarità della struttura dove si attua il progetto, delineandone l’idea di fondo: il senso di un luogo per la cura e la protezione della persona, posto in relazione con le opere d’arte quali testimonianze del presente che viaggiano verso il futuro e verso nuovi approdi. L’atrio monumentale dell’ITIS, così caratteristico con i ritratti in marmo delle personalità eminenti della storia dell’istituzione, costituisce il punto di accesso alla nuova area espositiva, all’arca vera e propria. Si tratta di un ampio passaggio fra l’ingresso, la zona comune dei servizi agli ospiti e ai visitatori, e il grande giardino interno. L’area per le esposizioni è composta di tre distinti corridoi paralleli e comunicanti. Il soffitto a volta, le pareti ritmate da lesene, ne fanno uno spazio molto suggestivo, e già tecnicamente attrezzato per le diverse esigenze.

Oltre all’area espositiva, l’ASP-ITIS dispone di sale per incontri, conferenze e concerti che potranno essere utilizzate di volta in volta per le altre attività del progetto culturale. Le proposte espositive sono infatti concepite come occasioni di incontri ulteriori con il pubblico, favorendo momenti di approfondimento tematico, di intrattenimento culturale e di relazione fra le persone.

AR.C.A. si rivolge agli ospiti della struttura, ai loro familiari, agli studenti di scuole e università, agli artisti, all’ associazionismo, e a tutti coloro che sono interessati allo sviluppo culturale. I rapporti di collaborazione con i soggetti pubblici della città e della Regione, così come con musei, gallerie e istituzioni che hanno il loro focus formativo sulle arti, sono considerati di primaria importanza per il raggiungimento degli scopi del progetto stesso.

AR.C.A. aspira a diventare un punto di riferimento culturale per la città, per la Regione Friuli Venezia Giulia e ad essere un progetto pilota fra arti e cura della persona sul piano nazionale, intessendo rapporti e scambi di esperienze anche a livello europeo.